Terzo Tempo

Il terzo tempo è una caratteristica distintiva ed emblematica del rugby, tra le più preziose delle sue tradizioni.

A fine partita la squadra locale offre e condivide un boccone con i visitatori.

Questo può consistere, a seconda del luogo e le abitudini, in un the, un panino, una cena o addiritura una festa completa. In Italia è facile trovarsi un piatto di pasta.

Partecipano al terzo tempo le due squadre, ovviamente l’arbitro, e anche i dirigenti, i sostenitori più vicini e le mogli e ragazze.
L’essenza del terzo tempo è il ringraziamento dei padroni di casa agli ospiti, che hanno fatto strada per arrivare in modo che sia stato possibile disputare la partita, aiutandoli a recuperare energie per affrontare il viaggio di ritorno.

Il significato profondo è molto chiaro, si mettono attorno ad un tavolo quelli che prima si sono confrontati dentro le regole ma duramente, si riconoscono simili e lasciando da parte la diversità delle divise celebrano la meravigliosa esperienza appena vissuta, a prescindere del risultato.